Under 14 - Casalesi in pedana ad Alessandria

Si è svolta nel capoluogo di provincia la seconda prova regionale under 14. A iniziare, nella giornata di lunedì, sono state le categorie femminili delle ragazze-allieve e delle giovanissime. Nella prima, con 38 atlete partecipanti, esordio con i colori del Club Scherma Casale di Valentina Gonzales, colombiana di nascita, che disputava un girone equilibrato con due vittorie e tre sconfitte, prima di arrendersi alla torinese Amateis alla soglia dei primi 16.

Nella categoria giovanissime debutto assoluto per Margherita Darò che, con la comprensibile emozione, disputava un girone poco brillante. Nella successiva diretta, opposta ad un avversaria tra le prime nella classifica provvisoria, Margherita, con grinta e determinazione, impegnava al massimo la contendente cedendo solo all'ultima stoccata per 9/10.

La giornata dell'Epifania iniziava con la prova dei ragazzi-allievi, con in pedana per il club Andrea Magni e Lorenzo Balzola. Per il primo girone con tre vittorie e tre sconfitte, due delle quali perse comunque per una sola stoccata. Eccellente la diretta per l'accesso ai "16" dove Andrea, opposto al quotato novarese Checchia, sfoderava un perfetto assalto che lo portava alla vittoria con un eloquente 15/3. L'assalto successivo, per l'accesso ai primi otto, era purtroppo fatale ad Andrea sconfitto dal biellese Ferraioli poi medaglia d'argento della prova.

Più in ombra Lorenzo Balzola, in giornata poco brillante, usciva alla prima diretta contro l'astigiano Vogliolo dopo un girone con sole due vittorie.

Nella categoria bambine Elisa Zanetti, al contrario di Lorenzo, dopo un girone in sordina, si riscattava disputando un grintoso assalto contro la biellese Canzoni ribaltando un punteggio negativo di 4/7 e andando a vincere per 10/8. Nella diretta successiva disco rosso contro l'altra biellese Siletti poi vincitrice della gara.

I baby Elia Galli e Ettore Leporati, rispettivamente classe 2006 e 2007, si cimentavano nella gara "esordienti" con quindici partecipanti fra maschi e femmine. La formula di gara prevedeva due turni di gironi senza successive dirette e senza classifica finale con premiazione omogenea di tutti i partecipanti. I due piccoli hanno combattuto contro i loro coetanei con spirito competitivo seguendo i consigli del loro maestro Simone Baroglio.

Alessandria, 5-6 gennaio